Nonostante tutte le lungaggini burocratiche e le difficoltà causate dalla pandemia da coronavirus, nel novembre del 2019, dopo un periodo di formazione, è partita per Sarbova in Romania Ilaria Puggioni, una nuova volontaria del Servizio civile, che continua presso la comunità di “Curtea Culorilor” l’esperienza di aiuto e supporto al progetto in atto già condiviso da coloro che l’hanno preceduta negli scorsi anni.


Una comunità accogliente e un’impresa sociale al femminile! E’ questa in sintesi la realtà di “Curtea Culorilor” (espressa bene in italiano come “La Corte dei colori”) che offre gratuitamente casa, famiglia e lavoro a giovani donne svantaggiate, impegnante in un cammino verso l’autonomia personale e sociale.

Fondata nel febbraio 2011 – si festeggerà a breve il decennale di vita – l’associazione “Curtea Culorilor”  non solo cerca di realizzare una comunità familiare accogliente  e formativa, ma ha dato vita a una vera e propria impresa sociale al femminile per cui le donne ospiti si dedicano alla coltivazione dei campi, all’allevamento e all’attività di trasformazione casearia.
Negli ultimi anni “Curtea Culorilor”  ha implementato significativamente  la produzione casearia in risposta ad una crescita consistente della domanda sul territorio da parte di privati e attività commerciali.

Grazie al contributo di varie donazioni, nel 2019 è stato acquistato un furgone adibito alla vendita ambulante, per portare i prodotti nelle principali piazze di Timişoara, città importante vicina a Sarbova.

Nelle prime foto inviateci da Sarbova, possiamo già vedere Ilaria impegnata come maestra con  Dorian, figlio di una mamma ospite in comunità, e in abbigliamento da lavoro intenta alla  trasformazione del latte nei preziosi formaggi da poter vendere.