Tutti i giorni la grande distribuzione organizzata (GDO) genera volumi ingenti di prodotti alimentari che vengono ritirati dagli scaffali ancora perfettamente integri e commestibili, ma che per scadenza ravvicinata o confezione esterna ammaccata, non possono essere riproposti alla vendita.


Il progetto “Buon Fine” di Coop Lombardia – la più grande cooperativa di consumatori lombarda che opera nella GDO da quasi 40 anni – è stato pensato per donare questi prodotti ad associazioni no profit che operano sul territorio – molto spesso in prossimità dei punti vendita – e che li utilizzano direttamente, realizzando quotidianamente pasti per i loro assistiti.
In questo modo si realizza una filiera virtuosa a km zero contro lo spreco alimentare, senza intermediazioni che potrebbero generare nuovi sprechi, oltre a sostenere direttamente le realtà associative, le cooperative sociali, le parrocchie e gli enti caritatevoli presenti nel territorio.

Un progetto che ora approda anche a Rodengo Saiano, dopo la fusione per incorporazione tra Coop Lombardia e Coop Vicinato Lombardia, dove la Coop cittadina consegnerà le eccedenze alimentari all’associazione Punto Missione Onlus, che si è resa disponibile a collaborare in questa importante attività.

L’Associazione Punto Missione Onlus, con sede a Rodengo Saiano, nata nel 1999 sviluppa progetti di cooperazione internazionale in Romania, Colombia, Libano e Burundi. A partire dal 2017 ha intensificato la sua attività in Italia, in particolare con l’avvio di Casa Delbrel – Dimensione Famiglia, struttura di accoglienza per famiglia ferite e donne con minori in difficoltà. Sono stati inoltre avviati diversi servizi per il territorio: un’attività di supporto compiti per ragazzi dai 6 ai 14 anni, una proposta aggregativa per giovani dai 14 ai 16 anni, una scuola di italiano, una sartoria, … occasioni quindi per incontrare persone e per aiutarle ad arrivare a una maggiore autonomia. In questa progettualità di inserisce la preziosa collaborazione con la Coop Rodengo.

Tutti i martedì l’associazione si reca presso la Coop di Rodengo dove ritira i prodotti, che poi riutilizza per i propri scopi sociali. La cortissima catena di gestione permette di poter recuperare anche freschi e freschissimi, dato l’utilizzo quasi immediato del donato.

Una collaborazione tra Coop Lombardia e Punto Missione Onlus che genera solidarietà e riduzione dello spreco di cibo, senza dimenticare l’ambiente – poiché in questo modo si riducono anche i rifiuti da smaltire.

Il progetto Buon Fine ha permesso nel solo 2020 di realizzare più di 2.000.000 di pasti, grazie alla partnership con oltre 100 associazioni benefiche. Sono stati 1.021 le tonnellate di cibo recuperate, per un valore di circa 6.300.000 euro. Ciò ha generato un risparmio di 2.115 tonnellate di CO2, 11 tonnellate di metano e 382,5 tonnellate di polveri sottili ed evitato il consumo di 8 milioni di ettolitri d’acqua e di 720 ettari di terreno.