festa verso l'altro 2019_punto missione

Condividiamo la lettera di Ettore Sartorio, vicepresidente di Punto Missione Onlus, per raccontare il tema che ispira il programma della Festa Verso l'Altro 2019.


Il tema che guida il programma della Festa Verso l’Altro 2019, “Generazione / Generazioni”, nasce da una riflessione profonda e condivisa da tutti i membri di Punto Missione Onlus e Il Baule della Solidarietà: se ne fa portavoce Ettore Sartorio, vicepresidente di Punto Missione, nella lettera che condividiamo.
Una lettera che parla di “generatività”, di trasmissione di valori, della forza positiva che l’incontro con l’altro genera nelle nostre vite ed esercita sulle nostre speranze future.

GENERAZIONE/GENERAZIONI
Costruire orizzonti di speranza

 

Risale a più di quindici anni fa la pubblicazione di un libro divenuto famoso, “L’epoca delle passioni tristi” (di M. Benasayag, G. Schmit, 2003), nel quale si evidenziava come il sentimento di smarrimento, soprattutto dei giovani, avesse nel cambiamento del segno futuro – dal “futuro-promessa” al “futuro-minaccia” – la sua causa principale che stava ormai generando una tristezza diffusa nell’intera società contemporanea, percorsa da sentimenti di insicurezza e di precarietà.

Da allora non molto è cambiato, anzi si sono radicalizzate incertezze e paure per una crisi che non riguarda solo la sfera economica e del benessere sociale, ma sembra aver contagiato tutte le dimensioni dell’esistenza umana. Nonostante i tentativi di trovare soluzioni condivise sembra che l’unica speranza sia quella di rimanere aggrappati a degli indicatori economici – lo SPREAD e il PIL per tutti – come unico e insostituibile valore di soddisfacimento individuale e collettivo.

Ma l’esperienza insegna che ogni vera novità nasce dai desideri profondi dell’animo umano, dalle domande di felicità insite in ogni esistenza umana, dal senso religioso degli esseri umani che non si accontentano di risposte scontate. Il fine di una comunità umana che non voglia essere anestetizzata dalla crisi deve essere quello di far crescere la capacità di generare di tutti i suoi membri, soprattutto di quelli più ai margini o in difficoltà. Servire l’umano significa infatti servire l’unicità irripetibile di ciascun uomo per metterlo nelle condizioni di esprimere appieno proprio quell’unicità di cui è portatore.

Occorre che si affermi una generatività come capacità di “mettere al mondo” e prendersi cura di qualcosa che ha valore, che merita il nostro impegno e la nostra passione perché riesce ad incidere sulla vita degli altri in maniera significativa.

È la generatività che, sviluppando appieno la nostra natura relazionale, riesce a dar vita a qualcosa che va oltre il presente, che serve agli altri e alla società perché interessa le generazioni future. In tal senso la generatività come “trasmissione generazionale di ciò che ha valore” acquista anzitutto una connotazione ‘sociale’ perché la sua azione finisce per toccare cerchie sempre più ampie – un’impresa, una realtà associativa, una comunità locale – del presente e finanche del futuro (le prossime generazioni e i futuri assetti socio-istituzionali).

Ma si può generare solo perché si è stati generati. Come ha scritto Massimo Recalcati, “Il fantasma della libertà rifiuta, insieme all’esperienza del limite, la discendenza, l’esperienza stessa della filiazione, rifiuta il nostro essere figli”. La posta in gioco per il nostro futuro è tra l’affermarsi totalizzante del mito dell’individuo assoluto, autosufficiente e autonomo, fondamentalmente solo, oggi dominante, e una nuova coscienza che a partire dall’essere e sentirsi figli sia in grado di generare amicizie personali e sociali capaci di cambiare la realtà dentro e fuori di noi.

Associazione Punto Missione onlus
Associazione di volontariato Il Baule della Solidarietà

Scopri il programma della Festa Verso l’Altro 2019 sul sito dedicato!

evento
Festa Verso l'Altro
vla2019
Tutte le News

Parliamo di evento, Festa Verso l'Altro, vla2019 anche qui

I racconti dei volontari, le testimonianze, gli aggiornamenti dai progetti in corso e tutte le iniziative legate al territorio.

Siamo felici dei risultati raggiunti ma anche consapevoli di poter fare di più:
per questo ti chiediamo di aiutarci.
Come? Ci sono tanti modi per fare la differenza