Le storie degli studenti colombiani / Ada

Le storie degli studenti colombiani / Ada

Ada (nome di fantasia) era una bambina con tanti sogni, ma senza possibilità: la sua famiglia ha sempre vissuto in condizioni economiche molto precarie, ai limiti della sussistenza, e in alcuni momenti ha sofferto la fame. Gli unici aiuti economici arrivano da alcuni parenti, con i quali però ci sono rapporti conflittuali. La sua è stata un’infanzia dura, ma Ada ha imparato ad affrontarla con l’amore della madre e del nonno e frequentando senza grossi problemi la scuola vicino a casa, non distante dal pueblo di Norcasia. È qui che ha conosciuto Suor Yaneth della Fondazione Santa Teresa de Avila, che le ha permesso di vivere nella fattoria didattica Monte Carmelo, luogo di accoglienza e formazione per i ragazzi della comunità rurale di Norcasia. Nella fattoria, tra gli altri ragazzi e i volontari di Punto Missione Onlus, Ada ha trovato la sua nuova casa.

«È un punto d’appoggio importante» conferma Ada, «per produrre quel che serve a noi ragazzi per mangiare, ma anche per il nostro apprendimento: prima di seguire i corsi nessuno sapeva come piantare o curare una pianta». Una competenza che sta molto a cuore a Ada, che da vera “campesina” riconosce l’importanza del lavoro nei campi, ancora l’unica opportunità lavorativa del suo territorio. «Qui a Norcasia la situazione per noi giovani è difficile. Tanti ragazzi non pensano al futuro e fanno uso di droghe, molte ragazze restano incinte all’età di 13 o 14 anni», continua Ada. «Ci sono tanti studenti che in questo momento non sanno cosa fare, non c’è lavoro oppure è mal pagato, e così rimangono a casa». Alcuni, invece, vogliono trasferirsi in città per studiare all’università, come lei, che sogna di diventare assistente sociale per aiutare le persone in difficoltà, anche all’interno della fondazione.

Potete aiutarci finanziando una borsa di studio per i ragazzi della Fattoria Monte Carmelo. Per ulteriori informazioni: info@puntomissioneonlus.org