COLTIVARE LA SPERANZA (2°biennio)

mappa

Tipologia

FORMAZIONE E SVILUPPO

Durata 2 ANNI, GIUGNO 2016 - MAGGIO 2018
Budget 250.000 Euro

Zona di intervento

Municipio di Norcasia, Dipartimento di Caldas, Area centro settentrionale della Colombia

Contesto Locale

Il contesto di riferimento è geograficamente localizzabile nella parte centrale della Colombia, nel Dipartimento di Caldas, Diocesi di La Dorada Guaduas (Municipio di Norcasia) nella zona circostante il fiume Magdalena. Nel Municipio di Norcasia l’agricoltura è il settore economico prevalente, seguito dall’allevamento, ancora in fase di sviluppo e da alcune attività del terziario. Molte delle coltivazioni e degli allevamenti presenti nella zona di intervento vengono sviluppati a livello familiare, in quanto molte famiglie dispongono di piccoli appezzamenti di terreno che dedicano a queste attività, principalmente per autoconsumo. Molti piccoli agricoltori e allevatori svolgono le loro attività applicando tecniche arcaiche, tramandate attraverso la tradizione familiare, che non tengono conto della resa produttiva a lungo termine, né delle molteplici ripercussioni negative a livello ambientale. Soltanto ora si sta parzialmente sviluppando una coscienza ambientale attenta all’ecosistema, che va però promossa ed applicata concretamente. La maggioranza della popolazione di Norcasia è costituita da persone di età compresa tra i 15 ed i 44 anni, persone quindi attive e pienamente in grado di realizzare un’attività lavorativa per vivere dignitosamente. Di fatto però, le opportunità lavorative sono piuttosto scarse e molti giovani, purtroppo, non hanno nemmeno una formazione specifica che possa aiutarli nella ricerca di un impiego. In realtà la comunità di Norcasia conta un gran numero di adolescenti, circa 2000, che ha da poco concluso gli studi o ha il desiderio di proseguire in una formazione specifica per intraprendere, con le idonee conoscenze, un’attività lavorativa. Se paragonato ad altre zone della Colombia, il Municipio di Norcasia gode di un livello di sicurezza accettabile; si rileva la presenza di gruppi armati, ma in forma marginale ed i traffici illeciti, legati alle coltivazioni illegali ed alla droga in generale, non sono significativi. La comunità locale evidenzia che il principale problema dell’area è la mancanza di opportunità lavorative e la scarsa formazione, soprattutto dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro e che, in assenza di attività redditizie, divengono facili prede dei gruppi para-militari, anche se la presenza di tali gruppi in zona non è rilevante come in altre aree del Paese. L’agricoltura ed i piccoli allevamenti, sviluppabili a livello familiare, sono sicuramente i settori con più addetti, proprio perché molte famiglie possiedono piccoli appezzamenti di terreno che coltivano, spesso con tecniche arcaiche, per autoconsumo e per vendere piccoli quantitativi di prodotto.

Finalità

I due obiettivi che il progetto si propone sono i seguenti:
- Erogare corsi professionali in ambito agro-zootecnico che promuovano forme di produzione e allevamento sostenibile nonché approfondimenti in amministrazione, associazionismo e gestione aziendale;
- Promuovere l’avvio di un caseificio auto sostenibile, all’interno della Fattoria didattica del Monte Carmelo, promotore di sviluppo e di associazionismo di produttori locali.

Attività

  • Formazione professionale in ambito agro-zootecnico presso la Fattoria didattica Monte Carmelo per giovani di età compresa tra 14-20 anni (attività teoriche e pratiche);
  • costruzione e allestimento della nuova sede per la formazione (aula + stanze alloggio per studenti);
  • elaborazione studio di fattibilità dell’attività di trasformazione e commercializzazione proprie del caseificio;
  • Costruzione dello stabile da destinarsi al caseificio;
  • Installazione macchinari e attrezzature specifiche per la trasformazione del latte;
  • Formazione del personale (scelto tra gli studenti del corso professionale);

Avvio dell’attività.

Persone Coinvolte

Tra beneficiari, esperti e collaboratori il progetto coinvolge circa 250 persone.