Inaugurazione della nuova sede a Catania

Inaugurazione della nuova sede a Catania

Mercoledì 5 luglio è stata inaugurata una nuova sede di Punto Missione a Catania, che riunisce un gruppo di volontari legati al Movimento Ecclesiale Carmelitano già da tempo attivi in diverse iniziative, dalle campagne di raccolta fondi a favore dei progetti di Punto Missione alle attività sul territorio in collaborazione con la Croce Rossa e la Caritas. 

«I tempi erano maturi per la nascita di una sede locale», racconta Michele Brescianini, direttore di Punto Missione; «avere un’identità più chiara e definita permette di muoversi sul territorio in maniera più strutturata».

I GIOVANI ALL’OPERA Ma soprattutto, la sede nasce grazie all’impegno dei volontari più giovani, come ci spiega Giuseppe Longo, referente della sede catanese. «Da cinque anni accompagno un gruppo di ragazzi del Movimento in un percorso di formazione spirituale. In loro è nato spontaneamente il desiderio di essere operativi, di “toccare con mano” cosa significa aiutare l’altro e cimentarsi nella pratica delle esperienze di volontariato».

LE ATTIVITÀ Sono perlopiù i giovani tra i 13 e i 19 anni, infatti, che si impegnano in prima persona per portare avanti i servizi dell’associazione:

  • un progetto di housing sociale, con il sostegno alle famiglie presso la casa accoglienza Papa Giovanni XXIII;
  • distribuzione di pasti e supporto psicologico per i senzatetto;
  • distribuzione alimentare per famiglie in difficoltà;
  • attività di volontariato in collaborazione con la Caritas diocesana a favore dei richiedenti asilo, arrivati in gran numero a Catania;
  • attività di raccolta fondi con l’allestimento di banchetti presso le parrocchie della provincia e durante le manifestazioni cittadine.

 

FORMAZIONE CONTINUA Il programma di attività è ricco e grazie all’entusiasmo dei più giovani è stato possibile iniziare a rispondere attivamente alle esigenze della città. Per questo Punto Missione ha deciso di organizzare un percorso di formazione rivolto ai giovani, in vista di un’esperienza di volontariato presso i grest estivi del Villaggio dei ragazzi “Fabio Sergio e Guido” di Ciocanari, in Romania, dove Punto Missione è attiva da anni per accogliere i minori in situazione di marginalità sociale.

Tanti sono i progetti che stanno nascendo intorno agli spazi della nuova sede: oltre alle sale dedicate agli incontri, un mercato dell’usato simile a quello realizzato dal Baule della solidarietà e – «è il mio desiderio più profondo», rivela Giuseppe Longo – un centro per l’ascolto.

La sede sarà pienamente funzionante solo fra un anno, ma l’inaugurazione è il simbolo di un riconoscimento: il riconoscimento dell’impegno del gruppo di volontari di Catania, ora riuniti in una nuova associazione legata allo spirito e alle attività di Punto Missione.